Stagione 2018/19

ARCI Canaletto vs Lerici Basket 76-51 (1/4 PO Gara1)

Pubblicato il

Iniziano i playoff, tempo di fare sul serio.
Il primo turno ci vede accoppiati con la settima classificata della stagione regolare, il Lerici Basket che si è preso un discreto lusso andando a disputare la finale di Coppa di Lega e che si presenta sul legno di via Parma privo di Balducci (mentre noi registriamo le defezioni di Bencaster ancora rientrante da Berghem e dell’infortunato/ammalato presidentissimo Tarantola, ma il graditissimo ritorno a bordocampo dell’altro presidentissimo Palandri)

Per la prima volta c’è Dimitri in quintetto (insieme a Matteo, Mirko e le due torri Carpax/Frio) e la presenza del giovincello nello starting five propizia subito un discreto parzialozzo e il Canaletto che accarezza già la doppia cifra di scarto. La difesa sembra funzionare nel primo quarto (20-9 al 10′) e anche la seconda frazione di gioco inizia col piede giusto, con gli ospiti costretti a soli 2 punti in 5′.
Ancora ci sono, però, degli ingranaggi da mettere a posto, soprattutto in attacco; tolti i riferimenti ai nostri esterni, con la zona Lerici prende una certa fiducia e si mantiene a un distacco onorevole, siglando 14 punti nei successivi 5 minuti di gioco e andando al riposo sul -13.

Il clima è da playoff puri nonostante la differenza obiettiva di valori in campo, e gli ospiti non ci stanno proprio a fare da comparsa; Cavazzano e Morganti tengono Lerici in linea di galleggiamento, e per mantenere la distanza di sicurezza ci vuole un superCrespy che segna 3 canestri di fila col suo letale piazzato dai 5 metri, esaltando la sua panchina che si produce in cori di incitamento come “qua rischiamo seriamente Mirko top scorer…” proferito dall’abominevole uomo delle nevi Carlo Alberto Conti.
La profezia del 15, tuttavia, non ha modo di avverarsi, perchè la palma di miglior realizzatore spetta a un Nardo che finalmente vede il suo tiro da tre andare dentro e si regala una serata da 16 punti, conditi da uno spettacolare assist che lancia in campo aperto il compagno di squadra per una spettacolare schiacciata a mulinello in contropiede.

Sarebbe andata così, se il compagno di squadra non fosse un tizio spuntato dalla suola dello Stivale, che dopo essere arrivato al ferro alla media di 4 palleggi al millimetro, parte in terzo tempo, appoggia… e non piglia il ferro.
Silenzio di protesta dal pubblico, peraltro già dimentico del fadeaway con cui il suddetto tizio aveva aperto le sue marcature nei playoff. Probabilmente pure chiuso, ma pazienza.

Ad ogni modo vittoria, 1-0 nella serie e buon inizio di playoff per i campioni in carica; cosa c’è di meglio?
Continuare così, ovvio.

Il Profe

TABELLINI
ARCI CANALETTO: Artioli 4, Carpani 4, Lanza 7, Crespiani 8, Zoppi,* Simonelli 2, Nardini 16, Frione 11, Cecchinelli 12, Conti 10, Mezza 2 (in pagella).

LERICI: Cavazzano 8, Stefanini 12, drovandi 2, Grassi 6, Maggiani 6, cattunar 2, Morganti 11, Giammattei 4.

*non è un refuso, come accertato dalle tre-quattro persone che si sono fiondate sul referto appena paventata tale virgola. Il problema è essenzialmente uno: che la virgola di Zoppi accade tipo una volta ogni 39 anni, e tale evento è trascorso lo stesso con una nostra vittoria.
Per cui, se c’era una minima possibilità di fermarlo, direi che è tranquillamente evaporata; si salvi chi può…