Uncategorized

ASD Papini – ARCI Canaletto 40-75 ( 3a giornata UISP 2017/18 )

Pubblicato il

TERZA GIORNATA UISP 2017/18
ASD PAPINI – ARCI CANALETTO 40-75

Terza giornata UISP, ed è il momento per il Canaletto di fare visita ai baldi giovini dell’ASD Papini a Montepertico, rendendosi conto di dover avere a che fare con un palasport rovente. In effetti faceva talmente caldo che ci si scioglieva come le statue di cera.
Senza voler comunque prendere sottogamba l’impegno, coach D’Amelio approfitta dell’occasione anche per qualche esperimento in vista del già importantissimo match di lunedì, quando sul legno di Via Parma sarà di scena la classicissima contro il DLF Rocco. Spazio quindi per il Sindaco Albertini in quintetto base, coadiuvato dal Carty che firma la sua prima SF dell’anno, ed esordio stagionale per il nuovo arrivato Matteo Simonelli, che ha peraltro già superato la prova del fuoco della Canalettese: un simpatico (almeno quanto un’afta sulla lingua) infortunio muscolare che gli ha fatto saltare le prime due partite.

La gara è un monologo del Canaletto già dopo la metà del primo quarto, coi ragazzi dell’ASD Papini a reggere sull’8-9 del 5′ prima di subire lo scarto in doppia cifra che resterà tale fino alla fine del match, pur riconoscendo i giusti meriti ai ragazzi che si sono sbattuti dall’inizio alla fine, e nonostante le polveri leggermente bagnate dei titolari Lore e Nardo che giustamente conservano le cartucce migliori per il prosieguo. Tra gli highlights del match troviamo quindi il primo ingresso in campo, in questa stagione, del suddetto Simonelli, che mostra subito presenza e voglia di esserci griffando 4 punti e facendo guadagnare ai suoi un succulento vassoio di paste al prossimo allenamento (e come al solito Carpani è in primissima fila). Nel terzo quarto è invece il turno di Claudione Botti per assaggiare il parquet, e anche il Marine canalettese si fa trovare pronto pescando un bel fallo e canestro nel terzo quarto.

La terza frazione di gioco vede, oltre al venticinquello di scarto propiziato dalla solita transizione letale made in Zoppi, un esperimento di Small Ball da parte del coach, che toglie Frio e Carpani per mettere Benca e Tony come lunghi. L’esperimento riesce peraltro alla grande, vista l’espressione di giubilo del mago di Ameglia (la mano davanti alla faccia voleva mascherare le lacrime di commozione, non è così…?) Tra l’altro Tonino ha nuovamente occasione di deliziarci con il tipico contropiede alla Augustino, che come di consueto fa gridare alla panchina “TERZO TEMPO!!!” come se si fosse alla finale del Sei Nazioni.
E così, tra un nonterzotempo e un tiro sputato dal davvero poco generoso ferro di Montepertico (record stagionale di in&out direi) la partita scorre liscia fino al finale, con ingresso in campo del sottoscritto che manca anche stavolta l’appuntamento col canestro pur mantenendo la presenza a rimbalzo per tutta la durata dell’apparizione sul parquet (diciamo quasi tutta, dai).

Terza vittoria su tre ordunque, ma ora la testa è già al prossimo, difficile impegno col DLF che anche quest’anno, come gli scorsi, è seriamente intenzionato a toglierci il titolo regionale che conserviamo da due stagioni. Importante aver recuperato vari effettivi (ieri sera si era in 11, contando anche le defezioni di Mirko, bloccato da impegni di lavoro, e del Sanco) e ancora più importante sarà raggiungere un successo che potrebbe darci ulteriori sicurezze, dopo quello con il CSI Ameglia.
Corazon, cabeza y bolas: dimostriamo di avere fame, non solo in Lanterna.

Il Profe

(TABELLINI assenti per esclusiva responsabilità del sottoscritto: chiedo umilmente scusa)