Campionato 2016/17

Carrara Cavators – ARCI Canaletto 45-74

Ultima d’andata in quel di Carrara, ospiti dei Cavatori.
Starting Five: Sanchini, Artioli, Crespiani, Perli, Augustin. Trova l’intruso.
Faccio notare al coach che sarebbe più opportuno schierare Massi al posto del Capitano, il Ciuffo ci mette qualche secondo di troppo per capire la battuta a sfondo cuoio capelluto ma impiega meno di un amen per mettermi l’ulna al posto della clavicola. Appunti di viaggio: mai fare ironia col Ciuffone.
Inizio di gara arido di emozioni dove entrambe le squadre devono fare i conti con le polveri bagnate, Carty si traveste nel nostro “go-to guy” e griffa i primi 6 punti di marca Canalettese, ma è grazie alle numerose e proficue combinazioni della Triade “King+Pippo+Frio” che scaviamo il solco, 28 punti nel secondo quarto e contesa praticamente chiusa.
Inconsciamente penso sia arrivato il momento di correre un po’, mi giro intorno e oltre ai già citati Big Three cerco il mio numero 2 agile e scattante: Massi, ancora lui. E’ ufficiale, il coach ce l’ha con me! Fortunatamente sono battezzato anche nel nome del padre dalla linea dei 6,75 e così posso dedicarmi al tiro al piccione, pratica in cui ultimamente viaggio con alte percentuali. Se non puoi correre tu, fai correre gli altri diceva un vecchio proverbio giapponese, così lancio in contropiede King il quale s’invola sulla fascia destra agitando il manone per chiamare la palla, peccato fosse rimasto lì dal giro precedente. Risultato: Cotica spalmato al muro della (ex)Dogali e cazziata via posta celere dal Coach. Va beh dai regaliamo un cioccolatino solo da scartare al Frio che sicuramente mi darà soddisfazione, assist, ricezione, tiro e canest….. povero illuso, per un attimo ci avevo creduto! ( Ale condivi anche questo di articolo 😛 ).
Ultima frazione per palati fini, con serie di tiri da 7 metri in contropiede 1vs1 conditi da passaggi partiti e mai arrivati, nel quale riesce a spiccare Nico che trova motivazioni anche quando sembrerebbe impossibile, si sbatte come sempre e mangia una decina di palloni agli avversari nel giro di qualche azione. El Grinta! A 5 minuti dalla fine arriva anche il momento per gli amanti di Tchaikovsky, entra in scena Marco “lo schiaccianoci” Mezza, l’uomo che corre in punta di piedi e lascia immacolate le suole nei talloni. 5 minuti di pura grazia in cui riesce a ritoccare il suo carrer high in punti e servire un assist al bacio per la bomba del Sanco, assist condito dall’immancabile esultanza ( “ai tempi del campetto esultavo come Amoroso, Alessandra!” o era Valerio?! ).

Nel salutarvi vorrei dirvi che ieri è stato tutto molto bello, ma mentirei. ( autoCit. )

PS: Carpani a far la conta delle paste non mi mancava per niente.

Parziali: 10-15 / 14-28 / 14-14 / 7-17

Tabellini

Carrara Cavators: Tongiani 2, Germelli F 14, Fantone 6, Reda 2, Bottici 4, Fiaschi 12, Baio 3, Ottomanelli 1, Germelli M 1.

ARCI Canaletto: Nardini 7, Crespiani, Zoppi 11, Frione 7, Conti 8, Sanchini 10, Augustin 2, Bencaster 3, Artioli 6, Mezza 5, Perli 12, Ciuffardi 3.